logo Ata Volley logo innova energie
Stagione 2022

La pioggia frena Degasperi al Trofeo Scarfiotti

Il secondo appuntamento con il Campionato Italiano Velocità Montagna vede il pilota di Trento brillare nelle libere, terzo assoluto, per poi essere penalizzato sul bagnato.

Diego Degasperi manca il poker e dopo un sensazionale avvio di stagione, tre podi assoluti in altrettante trasferte, il pilota di Trento si è visto costretto ad accontentarsi di un opaco nono posto assoluto, secondo di gruppo e classe, che non soddisfa.

Alla trentunesima edizione del Trofeo Lodovico Scarfiotti, meglio noto come Cronoscalata Sarnano - Sassotetto, il portacolori della scuderia Vimotorsport è stato tradito dal repentino cambiamento delle condizioni climatiche, partendo da un Sabato vissuto da protagonista.

Al termine della prima sessione di prove libere il trentino, alla guida dell'inseparabile Osella FA30/GEA curata dal Team Faggioli, chiudeva con il quarto tempo assoluto, secondo in gruppo E2SS ed in classe E2SS3000 dietro al solo Merli, confermando un ottimo stato di forma.

La seconda tornata di libere rinnovava le ambizioni di un Degasperi agguerrito, terzo assoluto e nuovamente secondo di gruppo e di classe, preceduto solamente da Faggioli e da Merli.

“Nella prima manche di prova siamo stati molto prudenti” – racconta Degasperi – “e, nonostante questo, eravamo comunque con il treno di testa. Nella seconda invece abbiamo sfoderato una prestazione super ed abbiamo concluso il Sabato al terzo posto nell'assoluta.”

A rimescolare pesantemente le carte del secondo appuntamento valevole per il Campionato Italiano Velocità Montagna ci pensava la pioggia, mettendo a dura prova i vari team che si sono visti costretti ad una rapida rivoluzione dei setup, dovendo affrontare la Domenica sul bagnato.

Un cambio di fronte che metteva in difficoltà Degasperi, al termine solamente nono assoluto con un mezzo sorriso dato dalla seconda piazza in gruppo E2SS ed in classe E2SS3000.

“La Domenica è arrivata una pioggia incessante” – aggiunge Degasperi – “e, in quelle condizioni, commettere un errore, che poteva rivelarsi fatale, era davvero molto facile. Abbiamo quindi cercato di non strafare, consapevoli che questo avrebbe inciso in termini cronometrici. Tutto quel che avevamo fatto di buono al Sabato è stato vanificato. Il nostro team ha lavorato molto per preparare le varie vetture, stravolgendo gli assetti che avevamo deliberato dopo le prove. Il percorso mi piaceva parecchio, un primo tratto guidato mentre il secondo era decisamente veloce, ripido e con punte davvero interessanti. Non possiamo considerarci soddisfatti della nostra prestazione ma, guardando al bicchiere mezzo pieno, ci consoliamo con un secondo di classe e di gruppo che si traduce in punti buoni per il CIVM. Abbiamo anche portato a casa l'auto senza un graffio e, con quel bagnato, non era scontato. Ci rifaremo.”

In attesa che vengano ufficializzate le classifiche aggiornate per il CIVM Degasperi non perde tempo, iniziando già la preparazione del prossimo appuntamento previsto per la massima serie tricolore della velocità in salita, la ventiseiesima edizione della Cronoscalata Luzzi - Sambucina in programma dal 13 al 15 Maggio, desideroso di tornare ai piani alti della classifica generale.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,5 sec.

Cerca

Inserire almeno 4 caratteri

Foto e video

Partner sociali